Sospesa la circolare Dap sulle scarcerazioni per il Covid-19

Roma, Repubblica, 17 giugno 2020

In costante diminuzione il numero dei positivi al Coronavirus

Con un provvedimento datato il 16 giugno 2020 il capo del Dap, Bernardo Petralia insieme al vice, Roberto Tartaglia hanno disposto "la sospensione dell'efficacia delle disposizioni impartite" con la nota del 21 marzo 2020 con la quale venivano "date disposizioni per la comunicazione all'autorità giudiziaria 'per le eventuali determinazioni di competenza' dei nominativi dei ristretti in condizioni di salute tali da comportare un elevato rischio di complicanze in caso di contagio" da 'Covid-19'.
Il Dap ha motivato la decisione spiegando che il numero dei ristretti positivi "pari oggi a 66 persone su poco più di 53mila detenuti è in costante diminuzione" e che "negli Istituti penitenziari risultano in atto protocolli di prevenzione del rischio di diffusione del contagio".
Intanto sono iniziate nell'aula del Senato le dichiarazioni di voto sulla fiducia posta dal governo sul decreto carceri, il provvedimento che riunisce i due decreti varati dal governo in materia di giustizia durante la fase emergenziale da Coronavirus.
Il decreto contiene misure urgenti per la funzionalità dei sistemi di intercettazioni di conversazioni e comunicazioni, ulteriori misure urgenti in materia di Ordinamento penitenziario, nonché disposizioni integrative e di coordinamento in materia di giustizia civile, amministrativa, contabile e misure urgenti per l'introduzione del sistema di allerta 'Covid-19'.

Aggiornato il: 17/06/2020