Sportelli nelle carceri del Garante regionale dei detenuti

Milano (Italia oggi - Marzia Paolucci), 3 giugno 2019

Dalla Relazione sull'attività svolta nel 2018 dal Garante regionale, presentata in parlamento

Una convenzione stipulata con Anci per l'apertura di sportelli del Difensore civico della Regione Lombardia presso i Comuni lombardi, a seguito dell'abolizione da parte della legge di stabilità 2010 dei difensori civici comunali e l'apertura di sportelli del garante presso gli Istituti di pena regionali, con il conseguente aumento di circa un centinaio di istanze al Garante regionale dei detenuti.
Tra l'altro, nella Relazione sull'attività svolta nel 2018 dal Difensore civico di Regione Lombardia (che ha anche la competenza sui diritti dei detenuti, ndr), presentata al Senato il 29 marzo 2019 si legge: "Condizioni detentive, colloqui con i familiari, problemi con l'Inps e richieste di trasferimento rimaste insoddisfatte. Sono queste le tematiche più frequenti oggetto delle 212 istanze dei detenuti arrivate al Garante regionale dei detenuti (87 richieste di intervento in più rispetto al 2017). Un aumento attribuibile all'apertura mensile di sportelli del Garante regionale dei detenuti presso gli Istituti di pena tenuti a fornire spazi adeguati in assenza del controllo uditivo da parte della Polizia penitenziaria".

Aggiornato il: 07/04/2020